29/06/2015 – Potere al popolo, non alla Troika – Barbara Lezzi (M5S) a Porta a Porta

24/06/2015 – Sette lunghe ore di Consiglio Comunale – Rivarolo C.se

 


Diciassette i punti all’ordine del giorno che hanno alimentato varie discussioni.

A partire dalle tari. Il vice Sindaco Edoardo Gaetano ha dichiarato: «siamo riusciti a mantenere inalterate le tariffe in capo ai cittadini.»rivarolo-consiglio
Pronta la replica del consigliere di opposizione del Movimento 5Stelle Alessandro Chiapetto. «Ho fatto qualche calcolo e ho riscontrato un aumento del 15% della tariffa domestica e del 30% su quella non domestica.»
Senza parole Gaetano, che si è limitato a dire che rivedrà i conti. A correre in suo aiuto, l’Assessore Francesco Diemoz che ha spiegato che sono stati spostati alcuni costi da variabili a fissi. «Cambiando i due valori del piano tariffario cambia la tariffa c’è chi pagherà di più e chi meno.»

La tensione è aumentata man mano che ci si avvicinava ai punti focali della seduta: l’approvazione del bilancio di previsione e l’iscrizione del debito fuori bilancio, derivante dalla sentenza del Tribunale di Bologna.

I gruppi di minoranza Movimento 5 Stelle e Rivarolo Sostenibile hanno presentato una serie di emendamenti, tutti “bocciati” dalla maggioranza, alcuni dei quali legati alle indennità di Sindaco e giunta. Un primo emendamento presentato da Alessandro Chiapetto chiedeva che l’importo derivante dal dimezzamento dello stipendio di Sindaco e Giunta (quest’ultima non si è ancora pronunciata su un’eventuale rinuncia) venga inserito nel capitolo designato alla sicurezza per i cittadini, ovvero per l’acquisto di impianti di videosorveglianza. Un secondo emendamento, sempre di Chiapetto, era relativo all’alto costo delle spese telefoniche del Comune. L’intento di Chiapetto era quello di suggerire la ricerca di un modo per risparmiare, magari rivolgendosi a qualche altro gestore; intento travisato dall’amministrazione che ha intimato a Chiapetto di non accusare gli impiegati comunali di un uso improprio. Sempre relativo ai costi, il terzo emendamento presentato dal consigliere, questa volta inerente i costi legati all’informatica, nello specifico, alla manutenzione e aggiornamento delle applicazioni gestionali, di oltre 60mila euro. Giustificati dalla Giunta quale aggiornamento obbligato per adeguamenti normativi.
«È singolare – ha commentato il consigliere di Riparolium Martino Zucco Chinà, che altre istituzioni siano obbligate ad acquisire competenze. Esistono corsi di formazione specifici che sicuramente potrebbero aiutare a fronte, magari, di un assunzione. Inviterei ad una riflessione nel merito.»

È tornata a puntare il dito sulla rinuncia dell’indennità di carica della giunta, Marina Vittone, Consigliere di opposizione della lista Rivarolo Sostenibile. «Rinunciare all’indennità di carica – ha affermato Vittone – così come ha fatto il Presidente del Consiglio, significherebbe dare un segnale ai cittadini. La somma derivante propongo che venga destinata alla salvaguardia dell’ambiente e alla tutela del parco.» E ha aggiunto: «Invito l’amministrazione a rispettare il piano L6 proposto da Libera e firmato durante le elezioni, relativo al punto sulla pubblicazione del reddito di ciascuno sul sito del Comune, come imposto dalla legge.»

Durante la seduta, l’opposizione ha fatto notare all’amministrazione che «nel bilancio di previsione del 2015 non c’è traccia del programma ventilato in campagna elettorale.» Secca la risposta del Sindaco Alberto Rostagno: «Il programma riguardava cinque anni, siamo solo al primo.»

Non ultimo, ma sicuramente discusso, il punto relativo all’iscrizione del debito fuori bilancio relativo alla sentenza emessa dal Tribunale di Bologna sulla questione Unicredit. Marina Vittone ha obiettato la delibera rilevandone le «carenze dal punto di vista finanziario, in quanto manca la relazione che legittima il debito.» E chiedendo la costituzione di una Commissione di Indagine che vada a fondo sull’accaduto.
«Siamo obbligati ad iscriverlo – ha ribadito il primo cittadino – stiamo lavorando per cercare di non doverlo pagare. Ora aspettiamo l’udienza del 30 giugno, anche se non credo che si pronunceranno già sulla sospensiva.»

fonte:  OBIETTIVO NEWS
http://www.obiettivonews.it/2015/06/25/rivarolo-consiglio-comunale-discussioni-in-consiglio-con-video/#

19/06/2015 – ATTI di GIUNTA PUBBLICATI in DATA ODIERNA

Si comunica l’elenco degli atti adottati dall’organo Giunta Comunale pubblicati in data odierna:

n.93 del 11/06/2015 : COSTITUZIONE IN GIUDIZIO NEL PROCEDIMENTO D’APPELLO PROMOSSO DA RIVAROLO FUTURA SRL INNANZI ALLA CORTE D’APPELLO DI BOLOGNA – AFFIDAMENTO INCARICO.

n.94 del 11/06/2015 : RETE TELERISCALDAMENTO DI PROPRIETA’ CITTA’ DI RIVAROLO CANAVESE Lotto B – Approvazione perizia di stima di valutazione canone di locazione e valore di alienazione.

n.95 del 11/06/2015 : ISTITUTO COMPRENSIVO G. GOZZANO – SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO – ADEGUAMENTO FABBRICATI ESISTENTI ALLA NORMATIVA ANTINCENDIO – Approvazione progetto definitivo – CUP: E91E14000060004 – CIG: 58843520E3.

n.96 del 11/06/2015 : Edilizia sociale – Rinnovo assegnazione provvisoria alla Sig.ra R.S. ai sensi dell’art. 2 della L.R. n. 4/2015.

n.97 del 15/06/2015 : LAVORI DI RIFACIMENTO IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT. APPROVAZIONE PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO – CODICE CUP: E97B15000020004

n.98 del 15/06/2015 : “Centro Estivo 2015” – Analisi e approvazione proposte di esenzione totale in deroga ai criteri vigenti.

n.99 del 15/06/2015 : A.T. PRO LOCO RIVAROLO CANAVESE: CONCESSIONE PATROCINIO E AUTORIZZAZIONE ALL’USO DELLO STEMMA COMUNALE PER L’INIZIATIVA RIVAROLO CANAVESE MUSIC CONTEST, DOMENICA 26 LUGLIO 2015.

n.100 del 18/06/2015 : EVENTI ORGANIZZATI DA ASCOM RIVAROLO IN ZONA VIA IVREA GIUGNO 2015

n.101 del 18/06/2015 : Incontri di concertazione fra OO.SS. ed Amministrazione comunale in materia di bilancio – Presa d’atto del verbale della riunione conclusiva del 5-6-2015


 

Scarica la documentazioneDOWN IMMAGINE

 

15/06/2015 – M5S, SOPRALLUOGO AL NUOVO POLO SCOLASTICO DI RIVAROLO C.SE

27038_Untitled-1copyA fine mese di maggio abbiamo effettuato un sopralluogo di verifica andamento lavori presso il nuovo polo scolastico cittadino oggetto del Project Financing che da settembre ospiterà le classi delle scuole elementari e la direzione didattica.

La decisione di richiedere il sopralluogo è stata presa a seguito della delibera di slittamento del termine di consegna concesso dalla Giunta Comunale a fine aprile che in città ha fatto nascere dubbi sulla possibilità che i bambini della scuola primaria potessero iniziare l’anno scolastico nelle nuove aule.

Ad accompagnarci nel sopralluogo sono intervenuti l’Assessore ai lavori pubblici, l’Assessore all’urbanistica, la responsabile e alcuni membri dell’ufficio tecnico. A farci da cicerone il titolare della ditta appaltatrice che, partendo dal piano seminterrato, ci ha accompagnato spiegandoci le scelte architettoniche adottate ed i materiali impiegati.

Abbiamo visitato la sala mensa, la palestra (purtroppo ad uso esclusivo della scuola visto la mancanza di un ingresso esterno), gli uffici amministrativi, le aule laboratorio e le 18 aule didattiche; in merito a queste ultime abbiamo chiesto se siano in numero sufficiente a coprire la richiesta: la risposta è stata affermativa e abbiamo appreso che le aule avranno un numero massimo di alunni pari a 24/25 unità più le insegnanti (evitando così il rischio delle aule pollaio previste dal decreto Gelmini!).

A chiusura della visita abbiamo avuto occasione di visionare la parte del complesso che al momento rimarrà incompiuta in virtù della decisione dei commissari di abbassare il costo dell’investimento a seguito dei problemi economici della ditta costruttrice che avrebbe rischiato di far saltare completamente il progetto.

Si spera che il cronoprogramma, anche se slittato di un mese, possa rispettare la consegna concordata entro fine agosto. Dalla metà del mese di giugno dovrebbero iniziare ad essere arredati i locali interni (sia con il materiale nuovo che con quello che verrà spostato dalle vecchie classi) in quanto per questa data dovrebbero concludersi i lavori interni. Entro fine agosto invece dovrebbero vedere il termine tutti i lavori esterni compreso il viale d’accesso, la realizzazione del parcheggio insegnanti e dell’area ricreativa per i bambini.

Siamo un po’ perplessi sulla scelta relativa alla non realizzazione della strada periferica al polo in quanto avrebbe aiutato a smaltire molto più facilmente il traffico che deriverà dalla convergenza sul posto di macchine e pullman. Riteniamo che l’Amministrazione attuale avrebbe dovuto cercare tutte le soluzioni attuabili per cantierizzarla.

Ci riserviamo di effettuare un ulteriore sopralluogo a ridosso della data di consegna del complesso per verificare il lavoro finito e le eventuali mancanze che potrebbero esserci.

Gruppo Comunicazione M5S Rivarolo C.se